Print

ETNA SKYMARATHON A PELLISSIER & BRIZIO

Cinquantasette atleti hanno disputato la marathon Siciliana svoltasi su una distanza di 42 km e un dislivello complessivo di 2.000 m. La partenza è avvenuta alle ore 08.00 da piano Vetore, presso il grande albergo dell'Etna a quota 1.720 m s.l.m., mentre l'arrivo è stato posizionato al rifugio Ragabo a quota 1.320 mt. s.l.m. Il percorso era ovviamente disegnato nel parco Siculo del vulcano più alto d'Europa.
Pronti, via e già sulla prima salita la quota comincia  a farsi sentire. Dopo soli 500 metri Jean Pellissier ha messo le cose in chiaro; anche la Brizio, nella gara in rosa, cercava il 29° risultato a podio della stagione. A contenderle la prima piazza la compagna di club Cecilia Mora che, causa il riacutizzarsi di una borsite al ginocchio, ha lasciato  via libera alla due volte campionessa mondiale di specialità. Fuga solitaria in entrambe le categorie con Pellissier  che per una volta ha giocato a fare il “Dega” della situazione. Per lui vittoria da record in 2h49’18”. Medaglia d’argento e di bronzo a due Siciliani, Bellanca Roberto 3h01’05” e Pafumi Enrico 3h06 58”. Quinta assoluta e prima delle dame la regina delle World Series 2010 Emanuela Brizio che ha fermato il cronometro sul tempo di 3h16’00”. Seconda donna e sesta assoluta Mora Cecilia in 3h31’10”, terza  Gianotti Raffaella 4 h00’17”.

fonte: http://www.sportdimontagna.com/