Dicono di noi

Print
PDF

La vostra accoglienza poi non ci ha deluso...

Ciao Gabriele, difficile trovare qualche suggerimento da darvi riguardo la gara… la nostra è stata una bellissima esperienza sportiva ed umana. La vostra accoglienza poi non ci ha deluso, ma su questo non avevo dubbi!!! Se devo fare una critica costruttiva, riguarda il Grande albergo dell’Etna. Il servizio non è stato dei migliori: alla sera dopo la gara non c’era l’acqua calda (la caldaia è andata in blocco), la mattina dopo addirittura non c’era l’acqua nelle camere (si è rotta la pompa), il lunedì sono stati chiesti degli yogurt a colazione ma non c’erano... e tante piccole cose che non sto ad elencarti. Le persone che partecipano a queste gare si adattano ad ogni situazione e poco si lamentano ma non è una bella pubblicità (soprattutto con gli stranieri). Poi ti dirò che almeno la notte tra domenica e lunedì sarebbe bello passarla a Catania x avere la possibilità di fare un giro… e gustarsi un cannolo siciliano… Spero che queste mie due righe vi siano d’aiuto, aldilà di tutto ci sono rimasti tanti bellissimi ricordi!!! Un abbraccio Con affetto, 
Print
PDF

Grazie per le foto e, soprattutto...

Grazie per le foto e, soprattutto, per le belle giornate che ci avete permesso di trascorrere in Sicilia. E’ stata davvero una bellissima esperienza e voi organizzatori siete bravissimi, oltre che gentili ed ospitali. Complimenti e in bocca al lupo per tutte le iniziative in programma
Print
PDF

3° Etna Sky Marathon...

giorgio_pesentiIl Siciliano Riccardo Chioccoloni e la Britannica Elisabeth Scalia dominano la skymarathon dell’Etna con un ritmo infuocato. La Valetudo skyrunning Italia sul vulcano con Giorgio Pesenti 15° assoluto. L’Etna skymarathon è una gara podistica internazionale che si svolge in alta quota sul vulcano attivo piu’ alto d’Europa definirei questa manifestazione un viaggio infernale in un contesto paradisiaco. Padrone della gara è comunque il vulcano, l’Etna, un gigante maestoso che domina il golfo di Catania, come un guardiano distratto, ma desto, sonnolente eppure irrascibile; mostra a tutti, con il suo lento respiro, che la terra pulsa, è viva, quasi a voler richiamare il rispetto e l’amore dovuto ai santuari naturali del nostro pianeta, mostra di tanto in tanto il frutto magmatico delle sue viscere, il carattere imperioso dell’energia cho lo domina e che è a sua volta, dominata.